Filippo Franchini

1_0012_franchini Filippo Franchini

I miei contatti:

Filippo Franchini

 

DELEGAZIONE EMPOLI

IN F.I.S.A.R. DAL 2007

 

“Tradizione e innovazione il nostro terroir”

Sei in F.I.S.A.R. perchè?

FISAR è un’Associazione professionale fatta di professionisti, dove il socio non è solo un numero ma una persona.

Che cosa pensi di dare al consiglio nazionale ed
all’associazione durante il tuo mandato?

L’impegno è la cosa essenziale perché se si crede in certi dettami devi lavorare affinché tutta l’associazione si riconosca in questo. Nella consiliatura precedente ho cercato di mettermi a disposizione dei soci e dei loro problemi lavorando duramente, ma sempre con il sorriso sulle labbra, per cercare una valida soluzione. Metterò a disposizione della FISAR tutta l’esperienza acquisita in questi anni con tanto impegno, umiltà, e serietà cercando di lavorare solo e soltanto per il bene della nostra amata associazione.

Quali sono le tue esperienze e competenze?

Nella vita privata sono progettista meccanico, ed il mio lavoro, che svolgo ormai da quasi 30 anni mi ha insegnato ad essere una persona pratica, che risolve, se possibile i problemi del cliente soddisfacendo le sue richieste. Non sempre questo è possibile, ma prima di arrendermi si vagliano tutte le possibilità. Chiamatela defezione professionale, ma nel mio settore, la meccanica, tutto (o quasi) è realizzabile, basta avere l’idea giusta al momento opportuno. L’amore e la passione per il vino sono invece questioni familiari. Negli anni che furono mio babbo insieme ai fratelli avevano una piccola azienda agricola.

Tutto nasce da qui con il grande rammarico di non aver seguito le sue orme. Entrato in FISAR ho voluto conoscere ogni aspetto di questa associazione, facendo un passo alla volta. Ritengo fondamentale conoscere le varie dinamiche se si aspira a diventare un organo dirigente. Ecco quindi l’attestato di Sommelier, poi il primo C&D, la qualifica da Direttore di Corso, quella da Docente e infine il DUF.

Due grandi soddisfazioni. La vittoria a Venezia nel 2012 del concorso Miglior Sommelier dell’anno e l’aver partecipato alla scrittura del libro di Tiziana Colombo “Lattosio. L’intolleranza? La cuciniamo!” dove ho curato gli abbinamenti cibo/vino. L’esperienza da Consigliere Nazionale con la carica di Vice Presidente è frutto di tanto impegno e duro lavoro restando sempre a disposizione dei soci che con i loro voti, mi hanno dato fiducia, e la fiducia non va mai tradita!

.

“Da un piccolo seme può nascere un grande albero”

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi